intervento
Epidemiol Prev 2019; 43 (1): 66-70
DOI: https://doi.org/10.19191/EP19.1.P66.022

I determinanti di salute nella prima infanzia: la sperimentazione di un nuovo sistema di sorveglianza in Italia

The health determinants in young children: testing a new surveillance system in Italy

  • Enrica Pizzi1

  • Angela Spinelli1

  • Serena Battilomo2

  • Caterina Azzarito3

  • Maria Teresa Balducci4

  • Maria Enrica Bettinelli5

  • Stefano Campostrini6

  • Cinzia Germinario4

  • Gianfranco Mazzarella7

  • Anna Domenica Mignuoli3

  • Marco Morbidoni8

  • Stefania Porchia6

  • Lara Simeoni9

  • Leonardo Speri9

  • Gruppo sorveglianza bambini 0-2 anni

  1. Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la Promozione della salute, Istituto superiore di sanità, Roma
  2. Direzione generale della prevenzione sanitaria, Ministero della salute, Roma
  3. Dipartimento regionale tutela salute, Regione Calabria, Catanzaro
  4. Osservatorio epidemiologico, Regione Puglia, Bari
  5. Dipartimento sociosanitario di base cure primarie, ATS Città Metropolitana di Milano
  6. Dipartimento di economia, Università Ca’ Foscari, Venezia
  7. Direzione generale per la tutela della salute e coordinamento del Sistema sanitario regionale, Regione Campania, Napoli
  8. Unità operativa complessa ambiente e salute, ASUR Area Vasta 2, Ancona
  9. Dipartimento di prevenzione, AULSS 9 Scaligera, Verona
  10. Gruppo di coordinamento nazionale, Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (CNESPS), Istituto superiore di sanità: Angela Spinelli, Mauro Bucciarelli, Marta Buoncristiano, Laura Lauria, Paola Nardone, Enrica Pizzi; Ministero della salute: Serena Battilomo, Maria Grazia Privitera; Regione Calabria: Giacomino Brancati, Anna Domenica Mignuoli, Caterina Azzarito; ASP Catanzaro: Rosario Raffa, Teresa Napoli; ASP Cosenza: Letizia Cimminelli, Anna Vitelli; Regione Campania: Gianfranco Mazzarella; ASL Salerno: Mariagrazia Panico, Gelsomina Ragone, Adele D’Anna, Annalisa Nardacci; Regione Marche: Elisabetta Benedetti; Osservatorio epidemiologico, ASUR Area Vasta 2, Ancona: Marco Morbidoni, Elisa Ambrogiani, Antonella Guidi; ASUR Area Vasta 2, Ancona: Daniela Cimini, Patrizia Marcolini, Francesca Pasqualini, Rosanna Rossini; ASL Milano: Maria Enrica Bettinelli, Wilma Zappi, Gemma Lacaita, Maurizio Valentini; Regione Puglia: Cinzia Germinario, Maria Teresa Balducci; ASL Brindisi: Pasquale Domenico Pedote; ASL Taranto: Antonio Pesare, Giovanni Caputi; Regione Veneto: Leonardo Speri, Lara Simeoni; ULSS 16, Padova: Lorena Gottardello; ULSS 13 Venezia: Donatella Campi; Università Ca’ Foscari, Venezia: Stefano Campostrini, Stefania Porchia.
Enrica Pizzi -

Riassunto:

Scarica il PDF Free full text


Negli ultimi anni, la comunità scientifica ha sottolineato in vari documenti e studi la necessità di investire nei primi 1.000 giorni – che vanno dall’epoca concezionale ai primi anni di vita – quale arco di tempo particolarmente rilevante per gettare le basi della salute i cui effetti dureranno per tutta la vita e si rifletteranno anche nella generazione successiva.
Tenendo conto di ciò, nel 2013, il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) del Ministero della salute ha promosso e finanziato un progetto per sperimentare un sistema di sorveglianza dei principali determinanti di salute del bambino, dal concepimento fino ai 2 anni di vita, inseriti nel Programma nazionale GenitoriPiù (assunzione di acido folico nel periodo periconcezionale, astensione da alcol e fumo in gravidanza e in allattamento, allattamento, posizione in culla, vaccinazioni, lettura precoce ai bambini). Il Progetto, iniziato a gennaio 2014 e terminato ad agosto 2016, ha previsto il disegno, la sperimentazione e la valutazione di tale sistema in un’ottica di estensione nazionale e di ripetibilità nel tempo. Il sistema di sorveglianza è stato disegnato per raccogliere dati attraverso un questionario compilato dalle mamme nei servizi vaccinali, al fine di produrre indicatori che consentano confronti territoriali e intertemporali. Il Progetto ha mostrato la fattibilità di questo sistema, mettendo in evidenza condizioni favorenti e potenziali criticità, e la sua capacità di raccogliere importanti informazioni sulla salute dei bambini.

Parole chiave: sistema di sorveglianza, infanzia, determinanti di salute, centri vaccinali

Abstract:

In recent years, the scientific community has stressed the need to invest in the first 1,000 days of life – the time spanning between conception and the 2nd birthday – because it is during this period that the foundations of health are laid and whose effects will be present throughout the life and may influence the next generation.
Taking this into account, in 2013 the National Centre for Disease Prevention and Control (CCM) of the Italian Ministry of Health promoted and financed a project to test a surveillance system of the main determinants of health concerning the child between the conception period and the 2nd years of life which are included in the National Programme “GenitoriPiù”: folic acid before and during pregnancy, abstention from tobacco and alcohol during pregnancy and lactation, breastfeeding, infant sleep position, vaccination attitude, and early reading. The Project, started in January 2014 and ended in August 2016, has piloted the design, testing, and evaluation of the surveillance system with the view to national extension and the repeatability over time. The surveillance system has been designed to collect data through a questionnaire compiled by mothers in vaccination centres, in order to produce indicators which will enable territorial and intertemporal comparisons to be made. The project has shown the feasibility of this system, identifying favourable conditions and possible difficulties, and its ability to collect important information on children’s health.

Keywords: surveillance system, childhood, health determinants, vaccination centres


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)


Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Riporta le lettere mostrate nel riquadro senza spazi. Non c'è differenza tra maiuscole e minuscole.
1
g
C
h
P
Non inserire spazi. E' indifferente l'uso del maiuscolo/minuscolo