articolo scientifico
Epidemiol Prev 2011; 35 (5-6): 282-291

Situazione sociodemografica e condizioni di salute della popolazione rom di Milano

Sociodemographic and health conditions of the Roma´ population in Milan

  • Cinzia Colombo1

  • Andrea Galli1

  • Margherita Pero1

  • Riccardo Giani1

  • Simonetta Jucker1

  • Pierluigi Oreste1

  • Claudia Giommarini1

  • Ernestina Aiolfi1

  • Elda Judica1

  • Medicina di strada per il Naga1

  1. Naga, associazione volontaria di assistenza sociosanitaria e per i diritti di cittadini stranieri, rom e sinti, Milano.
Cinzia Colombo -

Cosa si sapeva già

  • Si hanno pochi dati sullo stato di salute e le condizioni di vita dei rom, spesso eterogenei e su piccoli gruppi.
  • I rom hanno un’aspettativa di vita minore e una mortalità infantile maggiore rispetto alle popolazioni di riferimento.
  • I bambini rom più spesso degli altri nascono sotto-peso e incorrono in casi di avvelenamento, ustioni e incidenti domestici.
  • Da alcuni studi condotti in Italia risulta che i bambini rom si ammalano di malattie respiratorie in numero maggiore rispetto ai loro coetanei italiani, e tra gli adulti risultano frequenti le malattie dell’apparato digerente, respiratorio e del sistemo osteoarticolare e connettivo.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • Raccolta e analisi di dati sociosanitari riferiti a rom abitanti a Milano principalmente in aree non autorizzate.
  • Sono frequenti disturbi respiratori, gastroenterici, odontoiatrici e dell’area ortopedico-reumatologica-traumatologica.
  • Condizioni abitative, bassi tassi di occupazione e scolarità, abitudine al fumo, difficoltà di accesso ai servizi sanitari non fattori di rischio emersi dallo studio.

Riassunto:

Scarica qui l'intero articolo (full text download) 190kB

Obiettivo: analizzare i dati sociosanitari di persone rom che vivono principalmente in aree non autorizzate.
Disegno
: valutazione dei dati sociodemografici e di malattia, raggruppati secondo una classificazione operativa dall’unitàmobile dell’associazione di volontariato Naga (01.09-12.10)
Setting e partecipanti
: aree dismesse e insediamenti presenti nella città di Milano, abitati da persone rom.
Risultati
: i rom visitati sono stati 1 142 su 14 aree nel comune di Milano (di cui una comunale). La media di anni di scolarità è di 4,9. Il numero medio di figli è 2,8. Su 803 persone di età superiore ai 13 anni, 129 hanno un lavoro (16%). Il 56%delle persone visitate di età superiore o uguale a 12 anni fuma (53% delle donne vs 59%degli uomini), tra queste, poco meno di un quinto (17%) è forte fumatore (22%degli uomini vs 12%delle donne). Le patologie più frequenti sono le malattie respiratorie (21% delle diagnosi), disturbi della macroarea ortopedico-reumatologicatraumatologica (13%), malattie gastroenteriche (10%), disturbi odontoiatrici (8%). La quasi totalità delle persone era senza copertura sanitaria (94%).Tranne nell’unico campo comunale, le 14 aree erano prive di servizi igienici, nella maggior parte dei casi la spazzatura non veniva ritirata e tutte erano in condizioni di sovraffollamento.
Conclusione
: le patologie riscontrate sono di scarsa gravità clinica. L’assenza quasi totale dimalattie croniche è da attribuire verosimilmente all’impossibilità di diagnosticare e seguire nel tempo talimalattie. A ciò si aggiunge la difficoltà di ottenere esami o visite specialistiche in strutture di secondo livello per i neocomunitari senza copertura sanitaria. Le condizioni abitative, il basso tasso di scolarità e di occupazione e le difficoltà di accesso ai servizi sanitari, costituiscono potenziali fattori di rischio per la salute di queste persone.

Parole chiave: popolazione rom, disuguaglianze di salute, campi, associazione di volontariato

Abstract:

Objective: to analyze the socioeconomic and health status of rom a people mainly living in not authorized settlements in Milan.
Design: evaluation of socioeconomic and healthcare data collected by the mobile unit of Naga, a voluntary association based in Milan, during two years of activity (2009-2010). Healthcare data have been classified using an operational classification.
Setting and participants
: settlements located in Milan where rom a people live.
Results
: 1 142 rom a people living in 14 settlements of Milan (only one authorized) were visited.Mean schooling years were 4.9. The mean number of children per family was 2.8. Of 803 people older than 13 years, 129 had an occupation (16%). 56%of subjetcs older than 12 years were smokers (53% females vs. 59%males); among smokers, 17%were heavy smokers (12%females vs 22% males). The most frequently reported diseases were: respiratory diseases (21%of total diagnoses), disorders of the orthopedicrheumatologic- traumatology area (13%), gastroenterological diseases (10%) and dental problems (8%). Most residents had no healthcare coverage (94%). Almost all settlements (except the authorized one) had no sanitary facilities, no garbage collection system and were definitely overcrowded.
Conclusion
: mild diseases were the most commonly found pathologies, with few chronic diseases reported probably due to difficulties in investigating more complex diseases in the study setting,and to the impossibility to follow the patients over time. Furthermore, the access to healthcare services for diagnostic tests and specialist visits is very very difficult for these patients. Poor living conditions, low educational level, low employment rate, barriers in the access to healthcare services are all risks factors for the health status of rom a people.

Keywords: roma' population, inequalities in health, settlements, volunteer association


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)