intervento
Epidemiol Prev 2020; 44 (1): 92-95
DOI: https://doi.org/10.19191/EP20.1.P092.021

Evidenze disponibili sulla salute degli immigrati in Italia

Available evidence on the health of immigrants in Italy

  • Ugo Fedeli1

  1. Servizio Epidemiologico Regionale e Registri - Azienda Zero, Regione del Veneto, Padova

Riassunto:

Sono stati selezionati 410 articoli scientifici sulla salute degli immigrati in Italia indicizzati in PubMed nel periodo 2010-2019; tali articoli sono stati classificati in base all'argomento di salute investigato e alla metodologia adottata. I risultati sono stati confrontati con un analogo lavoro condotto per il decennio 2000-2009. Il numero di articoli disponibili è quasi triplicato. All’interno dell’ambito delle patologie infettive, ancora molto consistente, ma non più preponderante sul totale delle pubblicazioni disponibili, hanno acquisito nel tempo particolare rilevanza argomenti come le parassitosi. Numerosi sono ora gli studi disponibili sull’adesione agli screening oncologici, gli incidenti sul lavoro, i fattori di rischio e le patologie cardiovascolari. L'elenco degli articoli selezionati (referenze e classificazione) è disponibile in un dataset pubblicato come materiale supplementare che può essere opportunamente integrato. A partire dalle caratteristiche della popolazione immigrata (Paese di provenienza, percorso migratorio, tempo di permanenza in Italia, stato socioeconomico), e considerando i rapidi cambiamenti della distribuzione di fattori di rischio e patologie a livello globale, si possono identificare lacune conoscitive da colmare con nuove linee di ricerca. Altra priorità per la comunità degli epidemiologi è diffondere le evidenze già disponibili a tutto il personale del Servizio sanitario nazionale.

Abstract:

Overall 410 scientific papers on the health of immigrants in Italy published from January 2010 to September 2019 were tracked on PubMed and classified by methodology adopted and health issue investigated. Results were compared with a similar review carried out for the decade 2000-2009. The number of available papers has almost tripled. Infectious diseases, although no longer accounting for the majority of publications, are still a well-represented issue; within this field, parasitic infections have been increasingly investigated over time. Many studies published in the last decade addressed adherence to cancer screening, workplace accidents, cardiovascular risk factors and cardiovascular diseases. Based on the characteristics of the immigrant population (country of origin, migration path, length of stay in Italy, socio-economic status), and taking into account the rapid changes in the distribution of risk factors and pathologies at global level, informative gaps can be identified to be filled with new lines of research. Another priority for the epidemiological community is to disseminate the already available evidence to the whole staff of the National Health Service.


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Riporta le lettere mostrate nel riquadro senza spazi. Non c'è differenza tra maiuscole e minuscole.
U
Q
5
w
p
Non inserire spazi. E' indifferente l'uso del maiuscolo/minuscolo