Come sta la sanità?

Censis: dalla ricerca al marketing?

Il Centro Studi Investimenti Sociali (Censis) è un istituto privato di ricerca socio-economica fondato nel 1964 e per tutti gli studiosi è sempre stato considerato un riferimento importante per la ricerca indipendente sui problemi del paese, anche grazie all’autorevolezza del uno dei suoi fondatori, il prof. Giuseppe De Rita, presidente dal 2007. Il Rapporto sulla situazione Sociale del Paese da lui voluto è stato spesso in questi anni un importante riferimento per lo sviluppo delle politiche sociali ed economiche.

Sanità elettorale 3

E’ stato un gioco troppo facile, e anche troppo diffuso, quello di criticare i programmi elettorali ed i partiti che li hanno presentati! Ma le critiche sarebbero del tutto sterili se non si fosse poi capaci di dire quello che si avrebbe voluto leggere in questi programmi. Cerchiamo perciò di dirlo pur sapendo che occorrerebbe un lavoro più approfondito di riflessione e di confronto con i decisori, con gli operatori e con la popolazione. Di seguito ci sono alcune delle domande di cui avremmo desiderato trovare una esauriente risposta.

Sanità elettorale 2

«Chi ha scritto queste frasi sulla sanità?» ci si chiedeva nel post precedente. Ed ecco la risposta.

Sanità elettorale 1

A differenza di molte delle passate campagne elettorali, quella conclusasi con le elezioni del 4 marzo 2018 non ha quasi usato l’argomento della sanità tranne che per la querelle relativa all’obbligo dei vaccini introdotto dalla legge Lorenzin. Scorrendo ciò che è rimasto sul web dei confronti effettuati dai media sui programmi elettorali dei partiti risulta più che evidente che di sanità se ne è parlato poco o niente (clicca sui titoli per raggiungere i documenti):

Il diritto alla salute equivale al diritto ai consumi sanitari?

Che la spesa sanitaria debba essere contenuta con qualche tipo di manovra è ormai convinzione e impegno di tutti. Ma le ragioni, purtroppo, sono per lo più solo di ordine economico-finanziario: e sono quelle del contenimento della spesa pubblica per non dilatare o - meglio ancora - per ridurre, il prelievo fiscale. In  tal senso si guarda alla sanità solo come a uno dei settori su cui si ritiene sia ancora possibile intervenire con tagli finanziari.

La spesa sanitaria non è fuori controllo, ma...