SENTIERI - Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento

Metodi

Per la caratterizzazione ambientale si raccolgono i dati relativi ai 52 siti definiti al 2007 (DM 486, 18.09.2001; DM 308, 28.11.2006) prendendo in considerazione:

  • localizzazione geografica;
  • norma di perimetrazione;
  • area perimetrata;
  • comuni ricadenti nella perimetrazione;
  • tipologia di impianti produttivi presenti nell’area perimetrata;
  • sostanze inquinanti.

Per quanto riguarda le fonti di esposizioni ambientali, prima di valutare l’evidenza epidemiologica occorre identificare e classificare le esposizioni riconducibili ai contaminanti ambientali prodotti dall’attività degli impianti presenti nei siti. E’ altresì necessario esaminare l’evidenza relativa ad altre esposizioni che possono avere, sulle cause incluse in SENTIERI, un impatto sanitario misurabile: inquinamento atmosferico, fumo di tabacco, alcol, fattori di rischio relativi allo stato socioeconomico, esposizioni professionali.

SENTIERI intende formulare a priori ipotesi eziologiche utili per l’interpretazione di eccessi di mortalità per causa in aree circoscritte altamente inquinate.

I decreti di perimetrazione dei SIN forniscono l’informazione sul tipo di impianti produttivi presenti nell’area perimetrata: su questa base si sono identificati 44 siti, classificati per la presenza di una, o più, delle fonti di esposizioni ambientali. Questi siti sono localizzati in 17 Regioni italiane e comprendono una popolazione di oltre 5 milioni di persone (circa il 10% della popolazione italiana al Censimento 2001). 21 SIN sono ubicati nel Nord, 8 nel Centro e 15 nel Sud Italia.

La mortalità viene analizzata adottando una metodologia applicata uniformemente nei SIN. La scelta come parametro di studio della mortalità si basa sul fatto che sono disponibili: a) i dati per l’intero territorio nazionale, b) le valutazioni sull’attendibilità dei certificati di morte per specifiche patologie, anche con disaggregazione regionale.

L’analisi di mortalità riguarda gli anni 1995-2002. Il confronto della mortalità si basa sul riferimento regionale, scelto per tenere conto della variabilità geografica e di possibili differenze negli stili di vita e nell’accesso ai servizi.

I risultati sono espressi come rapporti standardizzati di mortalità (SMR), sia grezzi sia aggiustati (utilizzando un indice di deprivazione (ID) messo a punto ad hoc per SENTIERI) per tenere conto della deprivazione.

Durata/scadenze

Il Progetto SENTIERI è iniziato nel 2007. E' stato completato nel giugno 2010.