Sanità elettorale 1

A differenza di molte delle passate campagne elettorali, quella conclusasi con le elezioni del 4 marzo 2018 non ha quasi usato l’argomento della sanità tranne che per la querelle relativa all’obbligo dei vaccini introdotto dalla legge Lorenzin. Scorrendo ciò che è rimasto sul web dei confronti effettuati dai media sui programmi elettorali dei partiti risulta più che evidente che di sanità se ne è parlato poco o niente (clicca sui titoli per raggiungere i documenti):

SkyTG24.it - Temi analizzati: Lavoro, Tasse, Immigrazione, Pensioni, Sicurezza, Ambiente. Non considerata la Sanità.

LaRepubblica.it - Temi analizzati: Europa, Lavoro, Migranti, Pensioni, Fisco, Sicurezza, Diritti civili, Ambiente. Non considerata la Sanità.

Ansa.it - Temi analizzati:  Conti pubblici, Lavoro e welfare, Migranti, Sicurezza, Europa. Non considerata la Sanità.

Money.it - Temi analizzati:  Famiglia, Lavoro, Pensioni, Tasse, Sicurezza, Salute, Scuola, Ambiente, Esteri, Immigrazione.
«Il Centrosinistra si è schierato compatto nella difesa di uno degli ultimi provvedimenti licenziati dallo scorso governo, ovvero l’obbligatorietà dei vaccini. Abbattere le liste d’attesa e aumentare le risorse per quanto riguarda la sanità pubblica è l’impegno del Movimento 5 Stelle, mentre l’incentivazione della competitività pubblico-privato a parità di standard è il concetto chiave per il Centrodestra. La sanità pubblica è invece al centro del programma di Liberi e Uguali. Oltre a un piano di investimenti di 5 miliardi in 5 anni per l’edilizia sanitaria, Grasso e compagni puntano sul superamento dell’attuale sistema dei ticket con l’abolizione dell’odiato superticket».

Acli.it - Temi analizzati:  Welfare e cittadinanza, Ambiente e territorio, Istituzioni, Europa, Verso un’intesa generazionale, Fisco. Nelle analisi con i “Quadrati semeiotici” la sanità entra solo in quello del M5S con l’espressione “aumento della sanità pubblica”.

Today.itEsaminando i vari programmi di Sanità si parla solo a riguardo della legge Lorenzin sui vaccini. 

LaStampa.it - Temi analizzati:  Migranti, Sicurezza, Ruolo del privato, Giustizia, Fisco, Donne. Nel paragrafo ruolo del privato si dice:
«La sanità rischia di esplodere come una polveriera, stretta tra invecchiamento della popolazione e costi dell’innovazione che ne minano la sostenibilità economica. Nonostante questo i programmi dei partiti si limitano a proposte vaghe, tant’è che è servito interpellare i responsabili sanità dei partiti per metterle a confronto, che in tutti gli schieramenti puntano ad aumentare le risorse per il servizio pubblico, ad assumere personale per arginare la desertificazione di corsie e studi medici, a tagliare i super-ticket. Le coperture finanziarie? Quasi sempre un optional o centrate su generiche spending review. Partiti divisi invece sul ruolo del privato, con centrosinistra e Leu a stretta difesa del pubblico e centrodestra che ne rafforza il peso proponendo più competizione con il pubblico, anche se a parità di qualità e di rispetto dei costi standard. Sui vaccini si conferma il fronte comune Lega-Cinquestelle, che ne difendono l’utilità ma chiedono un passo indietro sull’obbligo».

it.euronews.com - Temi analizzati:  Scuola e università, Economia, Lavoro, fisco e tasse, Industria, Temi sociali, Immigrazione, Politica estera, Mafia e criminalità organizzata, Giustizia.   

Propongo allora ai lettori del Blog di indovinare di che partito sono queste frasi copiate dai  loro programmi e di provare a qualificarle come di “destra o sinistra”:


 

 Frase estratta da un programma elettorale 2018

 di destra o di  sinistra?

 di che partito?

Investire sulla digitalizzazione della sanità e sul capitale umano dei professionisti della salute. Potenziamento e riorganizzazione della medicina territoriale in grado di ridurre le ospedalizzazioni evitabili e quindi di abbassare i costi

 Ο destra    
 Ο sinistra

  __________

Una sanità: • UNIVERSALISTICA, che consenta l’accesso a tutti i cittadini; • FINANZIATA PREVALENTEMENTE DAL SISTEMA FISCALE e quindi non dai singoli, riducendo al minimo la loro compartecipazione; • UGUALITARIA nell’accesso e nella erogazione delle prestazioni

 Ο destra    
 Ο sinistra

  __________

Aumento delle risorse per la Sanità Pubblica e riduzione sostanziale delle liste di attesa per tutti gli esami medici

 Ο destra   
 Ο sinistra

  __________

Estensione delle prestazioni sanitarie, Più libertà di scelta per le famiglie nell'offerta sanitaria, Centralità del rapporto medico-paziente nel circuito dell'assistenza sanitaria

 Ο destra      
 Ο sinistra

  __________

È necessario porre un freno alla diffusione delle polizze sanitarie nei contratti integrativi, attraverso regole più precise e/o evitando di sostenerla con la fiscalità generale che rischia altrimenti di portare progressivamente ad un indebolimento del sistema pubblico

 Ο destra      
 Ο sinistra

  __________

Offrire incentivazione competizione pubblico-privata per la sanità

 Ο destra     
 Ο sinistra

  __________


Queste frasi, copiate dai programmi elettorali pubblicati su web sono tolte dal loro contesto e quindi potrebbero essere interpretata anche in modo distorto, ciononostante può essere interessante cercare di attribuirle ai sei partiti, qui elencati in ordine di voti: Movimento 5 stelle, Partito democratico, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Liberi ed uguali.
Nella prossima nota indicheremo le attribuzioni e cercheremo di fare qualche riflessione.
Chi desidera può comunque da subito interloquire contribuendo sul tema della scarsa presenza della sanità nei programmi elettorali.

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Riporta le lettere mostrate nel riquadro senza spazi. Non c'è differenza tra maiuscole e minuscole.
C
x
a
s
m
Non inserire spazi. E' indifferente l'uso del maiuscolo/minuscolo