supplemento
Epidemiol Prev 2016; 40 (2): 68-69
DOI: https://doi.org/10.19191/EP16.2S1.P068.052

I dati sulla mortalità all’Aquila: poche evidenze, molte criticità

Mortality data in L’Aquila (Central Italy): few evidence, a lot of concerns

  • Francesco Masedu1

  • Marco Valenti1

  1. Dipartimento di scienze cliniche applicate e biotecnologiche, Università degli Studi dell’Aquila
Francesco Masedu -

Scarica l'articolo Free FULL TEXT

Nell’esperienza di sanità pubblica aquilana post-terremoto l’utilizzo dei dati di mortalità come indicatore dello stato di salute della popolazione è completamente mancato. Il deficit della rete epidemiologica regionale e locale nel periodo precedente al sisma si è palesato chiaramente in una mancanza di attività specifica, per esempio sulla reportistica pubblica di morbilità e mortalità dell’area del cratere sismico. Questo vuoto sull’utilizzo sistematico delle statistiche correnti necessita di una seria riflessione sull’investimento che la sanità pubblica regionale deve fare in questo ambito.

Parole chiave: sanità pubblica, mortalità, terremoto

The use of mortality data in L’Aquila public health post-earthquake experience considered as a population’s health status indicator is completely missed. The deficit of regional and local epidemiological network in the period preceding the earthquake has clearly revealed a lack of specific activity, for example public reporting of morbidity and mortality in the seismic crater. This absence of a systematic use of current statistics needs a serious reflection concerning investments that regional public health needs to carry out on this topic.

Keywords: public health, mortality, earthquake