EPISAT: uno strumento prezioso al servizio dell'epidemiologia ambientale

Gli autori dello studio EPISAT offrono in condivisione un archivio geo-referenziato di dati spaziali e spazio-temporali, liberamente scaricabili, a chi voglia condurre studi di epidemiologia ambientale su scala locale, regionale o nazionale. Si tratta di uno strumento importante, teso a favorire l'utilizzo di procedure standardizzate a livello nazionale e a migliorare la confrontabilità dei risultati in questo settore dell’epidemiologia.

Negli ultimi anni, infatti, grazie allo sviluppo di software per l’analisi geografica e all’espandersi delle risorse hardware che consentono l’elaborazione e l’immagazzinamento di quantità di informazioni sempre crescenti, l’utilizzo di dati ambientali geo-referenziati a fini epidemiologici è notevolmente aumentato. Ma, a causa dell’elevata eterogeneità dei dati raccolti e dei metodi adottati per la loro elaborazione, la confrontabilità dei risultati è scarsa.

Per ovviare a questo problema, lo studio EPISAT ha definito un dominio geografico nazionale a elevata risoluzione spaziale (1 km2) e temporale (giornaliera), su cui sono stati costruiti molteplici indicatori ambientali geo-referenziati e temporali di possibile utilizzo in applicazioni di epidemiologia ambientale.

(per le immagini ad alta risoluzione vai all'articolo scientifico).  

In particolare, sono resi disponibili lo shape file della griglia nazionale di 1 km2, e un insieme di indicatori definiti per ogni cella, tra cui in dettaglio:

  • identificativo della cella 1x1-km
  • coordinate del centroide di cella
  • denominazione dei Comuni
  • codici ISTAT di Regioni, Province e Comuni
  • zone climatiche (arco alpino, pianura padana, alto Adriatico, appennino, alto Tirreno, medio Tirreno, basso Adriatico e Ionio, basso Tirreno e Sicilia, Sardegna)
  • popolazione residente, censimento 2011
  • celle coperte da zone residenziali a tessuto continuo, zone residenziali a tessuto discontinuo e rado, seminativi in aree non irrigue, vigneti, frutteti e frutti minori, oliveti, prati stabili (foraggere permanenti), zone agricole eterogenee, boschi di latifoglie, boschi di conifere, zone caratterizzate da vegetazione arbustiva e/o erbacea
  • densità di superficie impervia
  • altitudine media (metri).

Ecco alcuni esempi:
la stima della popolazione

le reti stradali

strade episat

l’uso del territorio

Parola d'ordine: condivisione

COME SCARICARE, UTILIZZARE E CITARE CORRETTAMENTE EPISAT

Il tool EPISAT è scaricabile dalla pagina dell'articolo di Badaloni et al. (archivio .rar, dimensioni 28M)

EPISAT è a disposizione di chiunque lo voglia utilizzare seguendo le modalità previste dalla licenza Creative Commons CC-BY-NC-ND (Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate). In altri termini:

L’opera (EPISAT) può essere usata menzionando l’autore e la licenza, ma solo a scopi non commerciali e solo in originale.

Per la corretta attribuzione di “DATI EPISAT”, cita il tool in questo modo:
Badaloni et al. Big data in epidemiologia ambientale. Dati satellitari e uso del territorio per la stima delle esposizioni a livello nazionale. Epidemiol Prev 2018; 42 (1):46-59. doi: 10.19191/EP18.1.P046.015