Cesare Cislaghi. Biografia

Cesare è nato nel tragico giorno del primo rastrellamento di ebrei in Italia avvenuto a Mergozzo il  15 settembre del 1943, ma anche sette giorni dopo la data in cui si fa nascere la resistenza al regime fascista.

Laureatosi negli anni della contestazione studentesca, ha iniziato a lavorare con una borsa di studio presso l’Istituto di statistica medica e biometria sotto la direzione di Giulio Alfredo Maccacaro.

Ha preso parte alla nascita di Epidemiologia&Prevenzione e ha purtroppo assistito alla morte di GAM avvenuta proprio durante la prima riunione di redazione delle rivista.

Con Benedetto Terracini ha tenuto in piedi E&P con un lavoro “artigianale” che si svolgeva nella sua stanza dell’Istituto occupandosi anche della stampa, degli abbonamenti, cioè di tutto il necessario.

Ha insegnato Economia sanitaria presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Milano. E’ stato presidente dell’Associazione italiana di epidemiologia. Ha diretto l’Osservatorio di economia sanitaria dell’Agenzia regionale di sanità della Toscana. E’ stato dirigente della sezione di monitoraggio dei LEA e della spesa sanitaria dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. Attualmente svolge presso la stessa agenzia attività di ricerca su temi di equità.

E’ ora un sereno pensionato, ma ritiene di aver ancora cose da ascoltare e da dire.