articolo scientifico
Epidemiol Prev 2017; 41 (3-4): 187-196
DOI: https://doi.org/10.19191/EP17.3-4.P187.052

La valutazione dell’uso dell’indice di deprivazione socioeconomica a livello di area negli studi ecologici su ambiente e salute

Evaluation of the use of the socioeconomic deprivation index at area level in ecological studies on environment and health

  • Fabrizio Minichilli1

  • Michele Santoro1

  • Fabrizio Bianchi1

  • Nicola Caranci2

  • Marco De Santis3

  • Roberto Pasetto3

  1. Unità di epidemiologia ambientale e Registri di patologia, Istituto di fisiologia clinica, Consiglio nazionale delle ricerche, Pisa
  2. Agenzia sanitaria e sociale regionale dell’Emilia-Romagna, Bologna
  3. Dipartimento ambiente e salute, Istituto superiore di sanità, Roma
Fabrizio Minichilli -

Cosa si sapeva già

  • L’Indice di deprivazione nel sistema di sorveglianza SENTIERI (ID-SENTIERI) è stato utilizzato per tenere conto dei fattori socioeconomici nella produzione delle stime di rischio di area.
  • La variabilità intra-comunale dell’ID-SENTIERI cresce all’aumentare della dimensione della popolazione ed è necessario valutare se e come questo fenomeno ne condizioni l’utilizzo.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • Per comuni con decine di migliaia di abitanti, l’ID-SENTIERI risulta associato con esiti di cui è noto il contributo dei fattori socioeconomici.
  • L’associazione è evidente solo negli uomini ed eterogenea tra regioni.
  • Per approfondire l’associazione tra stato socioeconomico ed esiti di salute in SENTIERI, bisogna considerare genere e contesto geografico.
  • Nelle regioni dove l’associazione tra ID-SENTIERI ed esiti di salute risulti non verificata, bisogna pensare allo sviluppo di indicatori alternativi che tengano conto di variabili più appropriate per rappresentare i fattori socioeconomici nel contesto locale.

Riassunto:

INTRODUZIONE: nel sistema di sorveglianza SENTIERI, la valutazione del rischio sanitario nei siti di interesse nazionale per le bonifiche (SIN) è stata effettuata considerando l’indicatore di deprivazione socioeconomica (ID-SENTIERI) a livello comunale come confondente. Pasetto et al. hanno discusso l’uso degli ID negli studi ecologici e hanno proposto di esaminare il ruolo di confondente dell’ID-SENTIERI.
OBIETTIVI: valutare la prima condizione necessaria al ruolo di confondente, ossia la verifica dell’associazione dell’ID-SENTIERI con il rischio di alcune malattie per le quali l’evidenza di relazione con lo stato socioeconomico (SES) è documentata in letteratura.
DISEGNO: l’approccio metodologico adottato è quello di correlazione ecologica per fornire una valutazione della relazione tra ID e occorrenza di mortalità o malformazioni congenite (MC).
SETTING E PARTECIPANTI: sono stati utilizzati i dati di mortalità e di MC a livello comunale delle Regioni Emilia-Romagna, Toscana e Campania. È stata analizzata la mortalità per tutte le cause, tutti i tumori e i tumori del polmone nel periodo 1995-2008. Per le MC sono stati considerati i dati dei Registri delle MC dell’Emilia-Romagna, della Toscana e della Campania, rispettivamente, nei periodi 1995-2011, 1992-2011, 2004-2010. Le analisi della relazione tra mortalità/MC e ID-SENTIERI sono state effettuate per causa, regione, genere e classi di ampiezza demografica attraverso un modello di regressione di GAM-Poisson.
RISULTATI: dalle analisi di mortalità emerge che per gli uomini delle tre regioni in studio la relazione tra ID e mortalità è tendenzialmente crescente per ogni outcome considerando i comuni sotto i 50.000 abitanti; per le donne si osservano risultati eterogenei tra regioni. Dai risultati delle MC si notano associazioni crescenti considerando solo i comuni sotto i 10.000 abitanti.
CONCLUSIONE: i risultati dello studio suggeriscono di valutare le evidenze scientifiche di associazione tra SES e salute tenendo conto del genere, dell’area in studio e della dimensione demografica dei comuni. La condizione necessaria affinché si possa utilizzare l’ID come variabile confondente è la sua associazione con gli esiti di cui è accertata l’influenza dei fattori socioeconomici nelle aree di riferimento. Se tale associazione non è presente, l’ID presumibilmente non è utilizzabile come confondente, in quanto potrebbe portare a distorsioni delle stime difficilmente prevedibili. In questi casi si suggerisce di produrre ID ad hoc.

Parole chiave: indice di deprivazione socioeconomica, mortalità, malformazioni congenite, studi ecologici, confondimento

Abstract:

BACKGROUND: in SENTIERI surveillance system, the health risk assessment in the contaminated sites (CSs) was carried out considering the socioeconomic deprivation index (ID-SENTIERI) at the municipal level as a confounder. Pasetto et al. discussed the use of IDs in ecological studies and proposed to examine the role of ID-SENTIERI as a confounder.
OBJECTIVES: to evaluate the initial conditions necessary for the role of confounding, i.e., the verification of an association of the ID-SENTIERI with the risk of some of the diseases for which evidence of a relationship with the socioeconomic state (SES) is documented in the literature. DESIGN: the methodological approach is to exploit ecological correlations in order to assess the relationship between ID and the occurrence of mortality or congenital malformations (CMs).
SETTING AND PARTICIPANTS: mortality and CM data from municipalities in the regions of Emilia-Romagna (Northern Italy), Tuscany (Central Italy), and Campania (Southern Italy) were used. Mortality for all causes, all tumours, and lung cancers were analysed for the period 1995-2008. For the CMs, data from the regional registries of Emilia-Romagna, Tuscany, and Campania in the periods 1995-2011, 1992-2011, 2004-2010, respectively, were used. Analyses of the relationship between mortality/CMs and ID-SENTIERI were carried out according to cause, region, gender, and demographic amplitude classes using a GAM-Poisson regression model.
RESULTS: the mortality analyses show that, for the male population of the three regions under study, the relationship between ID and mortality is increasing for each outcome for municipalities with less than 50,000 inhabitants; while results for female population differ from region to region. The results of the CMs show growing associations, considering only municipalities under 10,000 inhabitants.
CONCLUSIONS: the results of the study suggest that scientific evidence of an association between SES and health should be evaluated taking into account the gender, the study area, and the demographic size of the municipalities. For ID to be used as a confounding variable, it must be associated with the outcomes for which the influence of socioeconomic factors in the reference areas has been ascertained. If there is no such association, the ID cannot be used as a confounder, as it could lead to distortions of estimates and such distortions are difficult to predict. In these cases, ad hoc IDs should be produced.

Keywords: socioeconomic deprivation index, mortality, congenital malformtions, ecological studies, confounding


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.