articolo scientifico
Epidemiol Prev 2014; 38 (2): 91-99

Infortuni mortali sul lavoro in Toscana: analisi dei contenuti informativi della stampa quotidiana

Fatal injuries at work in Tuscany Region (Central Italy): content analysis of newspapers

  • Gianpaolo Romeo1

  • Giulia Bertini1

  • Marco Biffino1

  • Alberto Baldasseroni1

  1. Centro regionale per gli infortuni e le malattie professionali (CeRIMP), Regione Toscana
Gianpaolo Romeo -

Cosa si sapeva già

  • I mass media sono veicoli essenziali per la costruzione di una coscienza sanitaria nelle comunità. I giornali quotidiani rappresentano una fonte prioritaria per chi desidera esplorare tale ambito.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • I giornalisti descrivono in maniera sfocata e incerta gli operatori pubblici della prevenzione. Tendono a fornire maggiori dettagli e arricchire gli articoli con dichiarazioni e prese di posizione di autorità pubbliche e forze sociali soprattutto per gli eventi più tipici, come infortuni dovuti a macchinari, a cadute dall’alto o ad altre circostanze in ambiente di lavoro, considerando meno “notiziabili” quelli relativi a eventi in agricoltura per ribaltamenti di trattori, gli infortuni stradali o quelli causati da malori.

Riassunto:

OBIETTIVI: descrivere come i giornalisti, attraverso la carta stampata quotidiana, riferiscono di eventi quali gli infortuni mortali sul lavoro.
DISEGNO: analisi dei contenuti testuali di titoli e testi, usando tecniche qualitative e quantitative.
SETTING E PARTECIPANTI: sono stati esaminati 184 articoli relativi a 180 infortuni mortali sul lavoro accaduti in Toscana nel periodo 2008-2009.
PRINCIPALI MISURE Di OUTCOME: è stata misurata la frequenza di citazione di aggettivi significativi relativi all’uso di frame nei titoli. E’ stata misurata la frequenza di citazione dei «soggetti intervenuti sul luogo dell’evento per compiti d’ufficio» e dei «soggetti dei quali vengono riportate dichiarazioni in relazione all’evento», in base alle circostanze dell’evento e alle caratteristiche demografiche.
RISULTATI: rispetto ai testi, i titoli degli articoli hanno una frequenza più elevata di aggettivi che descrivono l’intensità emotiva. Gli articoli relativi a infortuni dovuti a trattori, quelli stradali e quelli che descrivono malori hanno una lunghezza inferiore agli altri. Tra i sottogruppi di soggetti che compongono le due categorie citate nel testo degli articoli, le autorità sanitarie sono meno citate negli articoli che trattano di infortuni stradali, mentre risultano più presenti in quelli dovuti a cadute dall’alto, dove pure sono citate più di frequente le forze sociali che rilasciano dichiarazioni alla stampa. L’analisi delle co-occorrenze nei testi degli articoli selezionati mostra visivamente quali sono le attività svolte da questi sottogruppi di soggetti.
CONCLUSIONE: lo studio svolto descrive il messaggio che viene veicolato all’opinione pubblica da parte del mass medium giornale quotidiano. In futuro, attraverso questo genere di studi sarà possibile orientare in modo più adeguato le azioni di sensibilizzazione e di trasmissione delle informazioni, indispensabili per la creazione di una corretta scala di priorità tra le azioni di sanità pubblica da intraprendere. Questo studio ha un carattere preliminare, di apertura a un campo d’interesse finora poco praticato nel nostro Paese.

Abstract:

OBJECTIVES: to describe how journalists report events such as fatal accidents work through the newspapers.
DESIGN: analysis of the textual content of titles and texts, using qualitative and quantitative techniques
SETTING AND PARTICIPANTS: 184 articles related to 180 work-related fatalities occurred in Tuscany Region (Central Italy) in the period 2008-2009 were examined.
MAIN OUTCOME MEASURES: frequency of citation of significant adjectives relating to the use of frames in titles was measured; frequency of citation of the «subjects attended the venue for office tasks» and «subjects whose statements are reported in relation to the event» in relation to the circumstances of the event and some available demographic features was also evaluated.
RESULTS: compared to texts, titles of the articles are characterized by higher frequency of adjectives that describe the emotional intensity. Articles describing tractors or road accidents and articles that describe sudden deaths are shorter than the others. Among the subgroups of subjects quoted in the text of the articles, health authorities are less mentioned in the articles dealing with road accidents, while they are more common in those due to falls from a height, where also social forces which issue statements to the press are more frequently mentioned. The analysis of co-occurrences visually shows which activities are carried out by these subgroups of subjects in the texts of the selected articles.
CONCLUSION: the study shows the message that is conveyed to the public by the mass medium newspaper. Hopefully, in the future, following results of similar studies, it will be easier focusing awareness and transmission of information, which are essential for prioritization process of public health initiatives to be taken. This study was preliminary in nature, opening a field of interest so far little practised in our Country.


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Commenti

Please, refer to the

Please, refer to the corresponding author of the article (Gianpaolo Romeo - gromeo.esterno@asf.toscana.it)

nfortuni mortali sul lavoro in Toscana: analisi dei contenuti in

Is the full journal article available in English?

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.