articolo scientifico
Epidemiol Prev 2020; 44 (4): 280-287
DOI: https://doi.org/10.19191/EP20.4.P280.058

Il fumo in macchina e in moto in Italia nell’ultimo decennio

Smoking in cars and motorcycles in Italy over the last decade

  • Alessandra Lugo1

  • Giuseppe Gorini2

  • Roberta Pacifici3

  • Silvano Gallus1

  1. Dipartimento di ambiente e salute, Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri IRCCS, Milano
  2. Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica, Firenze
  3. Centro nazionale dipendenze e doping, Istituto superiore di sanità, Roma
Silvano Gallus -

Cosa si sapeva già

  • La Direttiva europea 40/2014 (D.Lgs 6/2016) vieta, da febbraio 2016 il fumo in auto in presenza di minori.
  • Fumare all’interno del ridotto abitacolo delle automobili porta a concentrazioni di sostanze inquinanti estremamente elevate.
  • Il rischio di incidenti stradali è quasi doppio nei fumatori rispetto ai non fumatori.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • I divieti di fumo riducono effettivamente l’esposizione al fumo passivo anche in auto.
  • Ancora mezzo milione di fumatori italiani espone i minori al fumo passivo negli abitacoli delle automobili.
  • Quasi il 10% di incidenti stradali in Italia potrebbero essere causati dal fumo in auto.

Riassunto:

OBIETTIVI: stimare la prevalenza di fumo alla guida di un’auto o di un motoveicolo e suoi determinanti; analizzare le tendenze di queste abitudini prima e dopo l’adozione del recepimento della Direttiva europea 40/2014 (D.Lgs 6/2016) del 2016.
DISEGNO:
otto diverse indagini di popolazione condotte da Doxa in Italia tra il 2007 e il 2018.
SETTING E PARTECIPANTI:
21.807 soggetti di età ≥18 anni, rappresentativi della popolazione adulta italiana.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
prevalenza grezza di fumatori che fumano alla guida di un’auto, con e senza minori, e alla guida di un motociclo. Prevalenza grezza di non fumatori esposti al fumo passivo in auto. Stima degli odds ratio (OR) multivariati e degli intervalli di confidenza (IC) al 95% tramite modelli di regressione logistica aggiustati per genere, età, livello di istruzione, area geografica e anno di intervista.
RISULTATI:
la percentuale di fumatori che ha fumato in auto è diminuita da 69,6% nel 2007-2008 a 57,5% nel 2016, fino a 51,5% nel 2017-2018. Coloro che hanno fumato in auto in presenza di minori erano il 20,9% nel 2011-2012 e l’11,7% nel 2017-2018. La percentuale di fumatori che hanno fumato alla guida di un motociclo è passata da 15,0% nel 2007-2008 a 6,5% nel 2017-2018. Il fumo alla guida di un’auto in presenza di minori diminuiva con l’aumentare dell’età (p=0,004) e del livello di istruzione (p=0,029) ed era più frequente al Sud rispetto al Nord Italia (OR 4,40; IC95% 2,21-8,74). Nel 2017-2018, il 16,2% dei non fumatori ha riportato di essere stato esposto al fumo passivo in auto; di questi, il 42,3% è stato esposto anche in presenza di minori.
CONCLUSIONI:
le leggi anti-fumo adottate negli ultimi 15 anni, in particolare l’ultima del 2016, hanno fortemente contribuito a ridurre il fumo e l’esposizione al fumo passivo nei veicoli privati, con e senza minori. Ciononostante, ancora il 50% dei fumatori italiani fuma alla guida e più del 15% dei non fumatori è esposto a fumo passivo in auto. Si suggerisce di adottare campagne che informino il cittadino sui rischi associati al fumo in macchina, sia per il guidatore sia per i passeggeri, e di inasprire le sanzioni per chi fuma in macchina in presenza di minori o alla guida di un motociclo.

Parole chiave: fumo, automobile, motoveicolo, minori, incidenti stradali

Abstract:

OBJECTIVES: to estimate the prevalence of smoking while driving a car or a motorcycle, and its determinants, and to analyze the trends of these habits before and after the transposition of the European Directive 40/2014 (Legislative Decree 6/2016) adopted in 2016, which bans smoking in cars in the presence of minors.
DESIGN:
eight different population-based surveys conducted in Italy by Doxa between 2007 and 2018.
SETTING AND PARTICIPANTS: 21,807 subjects aged ≥18 years, representative of the Italian adult population.
MAIN OUTCOME MEASURES:
prevalence of smokers who smoke while driving a car, with and without minors, or a motorcycle. Prevalence of non-smokers exposed to second-hand smoke (SHS) in cars, with or without minors. Estimate of multivariate odds ratios (ORs) and 95% confidence intervals (CIs), using multiple logistic regression models adjusted by gender, age, education, geographic area, and year of survey.
RESULTS: the prevalence of smokers who smoked in cars decreased from 69.6% in 2007-2008 to 57.5% in 2016, and to 51.5% in 2017-2018. Those who smoked in cars in presence of minors were 20.9% in 2011-2012 and 11.7% in 2017-2018. The prevalence of smokers who smoked while driving a motorcycle decreased from 15.0% in 2007-2008 to 6.5% in 2017-2018. Smoking while driving a car in presence of minors decreased with increasing age (p=0.004) and education level (p=0.029) and was more frequent in Southern than in Northern Italy (OR 4.40; 95%CI 2.21-8.74). In 2017-2018, 16.2% of non-smokers reported being exposed to SHS in cars. Of these, 42.3% were exposed also in presence of minors.
CONCLUSIONS:
the tobacco control legislations adopted over the last 15 years, in particular the last one adopted in 2016, have largely contributed in reducing smoking in private vehicles, even in the presence of minors. This notwithstanding, 50% of Italian smokers smoke while driving and more than 15% of non-smokers are exposed to SHS in cars. It is suggested to adopt informative campaigns that inform people about the risks associated with smoking in cars, both for drivers and for passengers, and to increase the fines for those who smoke in cars in the presence of minors or driving a motorcycle.

Keywords: smoking, vehicle, motorcycle, minors, car accidents


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Riporta le lettere mostrate nel riquadro senza spazi. Non c'è differenza tra maiuscole e minuscole.
L
n
5
s
9
Non inserire spazi. E' indifferente l'uso del maiuscolo/minuscolo