articolo scientifico
Epidemiol Prev 2011; 35 (5-6): 331-338

I fattori che influenzano in Italia la domanda e il riconoscimento dei mesoteliomi di origine professionale Analisi basata su record-linkage tra dati del registro regionale del Veneto e INAIL

The effectiveness of compensation system for mesotheliomas due to occupational exposure to asbestos and determinants for requests and awards An evaluation based on record-linkage between the Veneto Mesothelioma Register and the claims and compensations recorded by the National Insurance Institute (INAIL)

  • Enzo Merler1

  • Vittoria Bressan1

  • Anna Maria Bilato2

  • Alessandro Marinaccio3

  • Gruppo regionale veneto sui mesoteliomi maligni4

  1. Registro regionale veneto dei casi di mesotelioma, Servizio prevenzione igiene sicurezza ambienti lavoro, Azienda unità locale socio-sanitaria locale 16, Padova
  2. Istituto nazionale confederale di assistenza, Padova
  3. Registro nazionale mesoteliomi, Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, dipartimento di medicina del lavoro, area ricerca ex Istituto superiore per la prevenzione e sicurezza del lavoro
  4. Vedi box in fondo all'articolo
Enzo Merler -

Cosa si sapeva già

  • In Italia, un’assicurazione obbligatoria copre i costi delle cure per infortunio e malattia professionale, prevede un risarcimento per il danno biologico permanente e un sostegno economico agli eredi in caso di decesso.
  • Il mesotelioma è stato inserito nella lista delle malattie professionali dal 1994.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • Per la prima volta in Italia viene svolta un’analisi della dimensione e dei determinanti della probabilità di avanzare domanda e ottenere un riconoscimento assicurativo considerando il mesotelioma come malattia professionale. L’analisi include una quantificazione dell’entità economica del riconoscimento.

Riassunto:

Obiettivo: valutare i fattori che influenzano la domanda e il riconoscimento deimesoteliomi come malattia professionale; valutare la performance del sistema assicurativo e l’efficacia delle politiche di welfare; fornire informazioni sulla consistenza economica del risarcimento.
Disegno
: studio di record-linkage a livello individuale tra i casi di mesotelioma identificati dal Registro veneto insorti nel periodo 1999- 2007 e quelli che risultano aver avanzato domanda o ottenuto un riconoscimento assicurativo nel periodo 2000-2009, secondo il file INAIL reso disponibile nell’ambito del flusso INAIL-Regioni.
Principali misure di outcome
: valutazione, attraverso calcolo di odds ratio e intervalli di confidenza, della probabilità di avanzare domanda o ottenere un riconoscimento in relazione alle variabili analizzabili; raccolta di informazioni sull’entità del risarcimento in vita e ai superstiti.
Risultati
: 349 su 499 casi di mesotelioma, ritenuti di origine lavorativa, hanno avanzato domanda di indennizzo (70%), ottenendolo in 251 casi (72% delle domande presentate). La copertura assicurativa coinvolge il 35%dei casi dimesotelioma. I fattori che influenzano le domande e gli indennizzi sono risultati essere il genere, la sede del mesotelioma, l’età alla diagnosi, lo stato in vita alla domanda, la residenza o la sede INAIL che tratta la pratica. Si riscontra una forte discriminazione per il genere femminile e unamaggiore probabilità all’indennizzo se l’esposizione ad amianto è stata diretta, con una conseguenteminore probabilità di riconoscimenti per gli edili, il gruppo lavorativo amaggiore frequenza dimesotelioma. Nel casodidomanda avanzatada superstiti, i tempi per la definizione del riconoscimento appaiono elevati (non inferiori a due anni).
Conclusione
: la presenza di un Registro di patologia di popolazione e la disponibilità di dati di fonte assicurativa hanno permesso, per la prima volta in Italia, un’analisi della performance del sistema di welfare per una malattia neoplasica: ilmesotelioma, spiegabile nella stragrande maggioranza dei casi con l’esposizione all’amianto. I risultati sollecitano una riflessione e la ricerca di strategie di miglioramento.

Parole chiave: mesotelioma, tumori occupazionali, indennizzi.

Abstract:

Aim: to determine the rate of requests for compensation and of compensations awarded formesothelioma cases due to occupational exposure to asbestos; to identify factors thatmay influence the outcome; to provide an appreciation of the amount of compensation.
Design and main outcome measures
: record-linkage study at individual level between the newcases ofmesothelioma occurred among the residents of the Veneto Region (Northern Italy) between 1999- 2007 and the file of the Insurance Institute, with individual data on all claims and compensations. Adjusted logistic regression models were used to estimated the association between submitting claims and obtaining an award and socio-demographic and other characteristics.
Results
: 349 on 499 mesotheliomas considered to be due to occupational exposure to asbestos submitted a claim (70% of those of occupational origin) and 72%of claims were accepted. The welfare system covers only 35%ofmesothelioma occurred. The probability of submitting and obtaining a claim was associated with gender, cancer site, age at diagnosis, vital status, and residence or local office in charge of the evaluation. A strong discrimination against women is observed. If exposure to asbestos at work was due to a direct manipulation of asbestos, claims were more easily accepted.As a consequence,mesothelioma occurred among constructionworkers, the occupational activity at the origin of the largest number of occurringmesotheliomas, aremore frequently rejected.When submitted by a relative, the lag between a request for compensation and the decision is on average of about two years.
Conclusion
: this is the first study in Italy using a record-linkage method and was made possible thanks to a populationbased mesothelioma Register and the availability of memorized information of the Insurance Institute.Thewelfare system shown clear limitations and there is the need for more appropriate strategies.

Keywords: mesothelioma, occupational cancer, workers’compensation


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)